Risparmio 2.1

Anima, un’App Premium per gli operatori professionali

Con Anima Premium, il portale per operatori professionali di Anima d’ora in poi diventa “tascabile”. Dopo Progettometro, il tool di educazione finanziaria pensato per supportare le famiglie nella costruzione di un progetto di risparmio personale, approda da oggi sull’App store anche Anima Premium, un’altra applicazione gratuita per iPad che fornisce informazioni dettagliate sull’intera gamma di offerta della Sgr.

“Ma la nuova App è molto di più di un’applicazione informativa – spiega la Sgr in una nota – E’ un autentico strumento di lavoro per consulenti e operatori professionali”.

Per scoprire tutti i prodotti Anima
Utilizzando il tool di ricerca, in base a diversi parametri, è possibile selezionare soltanto i fondi Anima di interesse personale piuttosto che della propria clientela e pertanto consultare caratteristiche e politica di gestione di ogni prodotto, prendere in visione la composizione del portafoglio (aggiornata settimanalmente), analizzare le quotazioni e le performance (aggiornate ogni giorno), leggere e scaricare la scheda descrittiva e la documentazione d’offerta (KIID, prospetto ecc).

Per portare con sé analisi e approfondimenti video aggiornati
Inoltre, Anima Premium consente di accedere a tutti i contenuti multimediali di ANIMA, vale a dire: report e approfondimenti sullo stile di gestione dei fondi, presentazioni e strumenti realizzati per sostenere l’attività professionale, ma anche video interviste di approfondimento e analisi periodiche su temi di prodotto e sull’attualità dei mercati, e ancora la videochat con gli esperti di Anima per dare un riscontro ai quesiti delle varie reti distributive e della clientela.

Per creare una “Libreria” personalizzata
Ma c’è di più. Dopo aver preso in visione i contenuti è possibile salvare nella propria “libreria” personalizzata e organizzare in cartelle le analisi, contributi video e documenti pdf per averli sempre con se, anche in assenza di connessione (offline). Inoltre, è possibile arricchire la “libreria” con pagine internet di altri siti.