PROMOTORI & CONSULENTI

Promotori finanziari, raccolti a maggio 1,6 miliardi di euro

Ancora un mese positivo per le reti di promotori finanziari, che si confermano un driver importante per il risparmio gestito. A maggio, secondo i dati diffusi da Assoreti, la raccolta netta complessiva dei pf si è attestata a 1,6 miliardi di euro, con un leggera flessione, in termini di volumi, rispetto ad aprile (-5,7%). Un calo attribuibile al crescente disinvestimento dai prodotti in regime amministrato, sui quali le movimentazioni segnano un saldo negativo di 1,3 miliardi. In aumento, invece, l’attività di raccolta sui prodotti del risparmio gestito, con risorse nette superiori a 2,8 miliardi.

La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di Oicr (Organismi di investimento collettivo del risparmio) è complessivamente pari a 1,8 miliardi. Gli investimenti si concentrano sugli Oicr domiciliati all’estero, con volumi netti complessivi per quasi 2 miliardi (1,1 miliardi in fondi tradizionali e 841 milioni in fondi di fondi). In termini di macro categorie, le scelte sui fondi esteri privilegiano i prodotti obbligazionari (633 milioni), quelli flessibili (625 milioni) e i bilanciati (589 milioni); positivi anche gli azionari e i monetari. Si conferma il deflusso di risorse dai fondi di diritto italiano (-105 milioni) e dagli speculativi (-12 milioni). Gli investimenti netti effettuati sui prodotti assicurativi e previdenziali ammontano a 894 milioni di euro (-3,3% rispetto ad aprile); le risorse nette investite in unit linked, superiori a 1 miliardo, aumentano del 18,4%, ma cresce anche il deflusso dalle index linked (-251 milioni). Ancora positivo il bilancio delle gestioni patrimoniali individuali: sulle Gpm la raccolta si attesta a 67 milioni, mentre le risorse nette investite in Gpf ammontano a 44 milioni.
Il contributo delle reti al sistema di Oicr attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote si è attestato, quindi, su un ammontare pari a 2,9 miliardi, pari al 33,1% della raccolta netta complessiva del settore (8,9 miliardi). Da inizio anno, l’apporto delle reti sale a 11,1 miliardi, pari al 39,3% dei volumi di raccolta realizzati sul sistema fondi (28,1 miliardi). Nel mese, l’investimento in titoli è stato negativo per 987 milioni, coinvolgendo tutte le categorie di strumenti finanziari; negativo anche il saldo della liquidità (-283 milioni).
In termini di raccolta lorda, l’operatività delle reti si concretizza in volumi pari a 8,9 miliardi per il risparmio gestito, in un intermediato di 8,8 miliardi di euro per le transazioni in titoli e di 196 milioni di euro per gli altri prodotti e servizi.