OPINIONI

L’analisi dei dati ci ha cambiati. Lo prova Netflix

La piattaforma è un ottimo case study per il suo uso del cloud computing e dell’intelligenza artificiale 

Si stima che la quantità di dati generati a livello globale passerà da circa 33 zettabyte (ZB) alla fine del 2018 a 175 ZB entro il 2025. Per mettere tutto questo in prospettiva, un ZB equivale a un trilione di gigabyte. Se provassimo a memorizzare 175 ZB su DVD, potremmo fare il giro della terra 222 volte.

Sia il Cloud Computing che l’Intelligenza Artificiale (AI) giocano un ruolo centrale nel modo in cui memorizziamo ed estraiamo significato da questi dati per migliorare la nostra vita quotidiana.

Molte persone conoscono Netflix e lo utilizzano quotidianamente. Ciò fa della piattaforma un ottimo case study per il suo uso del Cloud Computing e dell’Intelligenza Artificiale. Nell’agosto del 2008, l’azienda ha iniziato una transizione verso il cloud. Al 30 giugno 2019, Netflix ha raggiunto più di 150 milioni di abbonati che si trovano in più di 190 paesi diversi. Netflix è consapevole del fatto che le persone non sono disposte a sedersi e scorrere la piattaforma per ore per capire cosa vorrebbero vedere: per continuare a voler essere abbonati, hanno bisogno di essere colpiti da qualcosa di allettante ed in fretta. Amazon Prime, per esempio, di solito è a un solo clic di distanza. 

È difficile stimare quanto deve investire Netflix per continuare a mantenere i propri datacenter fisici e renderli in grado di supportare più di 150 milioni di clienti in 190 paesi. Il passaggio ad Amazon Web Services ha permesso a Netflix di sfruttare l’infrastruttura cloud di livello mondiale distribuita in tutto il mondo, eliminando la necessità di tormentare i server fisici o di preoccuparsi di correggere bug o infrastrutture di rete.

 Pertanto: Amazon Web Services rappresenta una delle principali piattaforme infrastrutturali legate al cloud, spesso denominata “Infrastructure-as-a-Service” o IaaS. Se Netflix rappresenta un cliente molto grande, la piattaforma può supportare clienti di qualsiasi dimensione, offrendo loro potenza di calcolo on-demand e archiviazione dati. Invece di mantenere fisicamente l’hardware, le aziende possono semplicemente pagare esattamente ciò di cui hanno bisogno alla piattaforma Amazon.

L’intelligenza artificiale è ciò che permette a Netflix di offrire raccomandazioni uniche a ogni cliente, in base alle proprie preferenze. Amazon Web Services consente la potenza di calcolo on-demand necessaria per prendere in considerazione tutte le decisioni prese in precedenza dei clienti per formare raccomandazioni sempre più appropriate.

A cura di Christopher Gannatti, direttore della ricerca di WisdomTree