Mercati

Sui mercati in vista ancora volatilità

Tra rallentamento della crescita cinese, incertezza sulle mosse della Fed e scandalo Volkswagen è difficile avere una visione di medio termine sull’andamento dei mercati.

Questa situazione potrebbe portare opportunità interessanti: prepariamoci comunque a fare i conti con la volatilità ancora per diverso tempo.
Per quanto ci riguarda, vediamo ancora un potenziale inespresso nell’azionario europeo, ma i fattori di tensione internazionale potrebbero tenere alta la volatilità ancora per diverso tempo.
Tra gli investitori c’è una forte domanda di fondi flessibili, capaci di adattarsi allo scenario che stiamo vivendo. Anche noi preferiamo una gestione attiva del portafoglio per intervenire a seconda dell’evoluzione di mercato. In questo contesto, vediamo uno scenario positivo per i titoli ad alto rendimento, considerando che i tassi di default sono particolarmente contenuti in questa fase: nel fondo Invesco Global Income questa asset class copre il 31% del portafoglio, secondo solo all’azionario con il 35%, mentre la liquidità si ferma al 19% e le emissioni investment grade al 15%”. Nel fondo, la componente obbligazionaria vede ai vertici per Paesi emittenti Spagna e Italia: “Si tratta di due nazioni che hanno fatto importanti passi in avanti negli ultimi anni. La politica di riforme avviata dal governo italiano, con interventi sul mercato del lavoro e per rendere più attrattivo il Paese agli investitori internazionali, favorisce il recupero di competitività.

Commento a cura di Paul Read, responsabile team fixed income di Invesco.