Mercati

Azimut entra nel 51% di Augustum Opus Sim

Azimut ha raggiunto un accordo con i partners di Augustum Opus Sim, società di gestione indipendente con sedi a Milano e Perugia e masse di poco superiori a 800 milioni, per acquisire inizialmente il 51% della società e poi salire fino al 100% successivamente al sesto anno.

Il controvalore dell’operazione per il 51% di Augustum è di 10 milioni di euro, mentre il valore del restante 49% sarà determinato sulla base della redditività della partnership durante il periodo (indicativamente 10 volte gli utili: cifra compresa tra i 10-20 milioni). “Con questa operazione Azimut si arricchisce di ulteriori competenze nell’attività di gestione individuale e di Oicr, testimoniata dai risultati e riconoscimenti ottenuti nel tempo dai prodotti Oicr gestiti da Augustum”, si legge in una nota diffusa dalla società.
Augustum continuerà a conservare nell’ambito del Gruppo la propria autonomia nella gestione dei rapporti individuali con i clienti nonché nell’attività di gestione in delega di Oicr, anche attraverso la creazione di un veicolo di gestione dedicato. “Azimut si conferma un polo di attrazione per talenti nella gestione del risparmio, con forte vocazione imprenditoriale – fa notare Pietro Giuliani, Presidente e CEO di Azimut Holding – La partnership con Augustum porta ad Azimut ulteriori competenze sul fronte della gestione rivolti a una clientela High Net Worth”. E Giuliano Cesareo, Presidente di Augustum Opus, aggiunge: “L’accordo con Azimut è una grande opportunità che ci consente di entrare a far parte di un gruppo internazionale di successo, e porterà grandi sviluppi in termini di prodotto, innovazione e competenze”.