INVESTIMENTI, Private Equity

Mirabaud Am, secondo fondo di private equity dedicato a lusso e lifestyle

Obiettivo: dare accesso a imprese innovative, con un chiaro orientamento alla sostenibilità e alla responsabilità sociale

Dopo il closing, nel dicembre 2018, del suo primo fondo di private equity dedicato alle “Living Heritage Companies” del settore del lusso e del lifestyle, con una raccolta pari a 155 milioni di euro, Mirabaud Asset Management amplia le proprie soluzioni di investimento per dare agli investitori accesso ad imprese innovative operanti nel settore, con un chiaro orientamento alla sostenibilità e alla responsabilità sociale.

Con questa nuova soluzione  gli investitori potranno indirizzare i propri capitali verso le nuove tecnologie e i marchi giovani con modelli di business innovativi nel settore del lifestyle. In un contesto in cui i millennial stanno rivoluzionando le abitudini di consumo, questa nuova proposta punta a individuare e a sostenere quegli imprenditori europei, asiatici e, in parte, americani che si prospettano come gli attori chiave della futura scena del digitale, della moda e dell’innovazione. Il sostegno a queste imprese non si concretizzerà soltanto come apporto di capitale, ma anche e soprattutto come apporto di know-how nel marketing, nel management, nella distribuzione e nell’innovazione.

Per attuare questa strategia, che investe sia nel capitale di sviluppo che nel capitale di rischio, Mirabaud Asset Management ha scelto di avvalersi del contributo di un nuovo partner: David Wertheimer, 34 anni, rappresentante della quinta generazione di una famiglia riconosciuta a livello mondiale che da sempre opera nel settore moda. Al progetto lavoreranno inoltre figure di spicco come Renaud Dutreil, ex ministro francese per le piccole e medie imprese ed ex presidente di Lvmh North America, e Luc-Alban Chermette, deputy head of private equity del Gruppo Mirabaud. “La commistione unica che creano le esperienze e il know-how di questo team – si legge in una nota – lo rendono uno dei pochissimi al mondo in grado di entrare in contatto e di collaborare con le menti rivoluzionarie e creative dell’universo del lifestyle del futuro”.

Il secondo fondo ha inoltre una forte componente di impatto sociale, in linea con la filosofia di Mirabaud. “Ciò che mi motiva giorno dopo giorno a fare ciò che faccio è individuare gli attori chiave della scena futura di un mondo dell’informazione digitale, della moda e dell’esperienza vissuta in modo sostenibile sempre più competitivo”, ha affermato Wertheimer.

“È un onore e un privilegio lavorare con uomini e donne che operano con passione e convinzione.  Dal momento che l’imprenditorialità è uno dei valori fondanti di Mirabaud, ci impegniamo ogni giorno sia per aiutare le aziende a imporsi sulla scena internazionale, creando nuovi posti di lavoro, sia sensibilizzandole a uno sviluppo sostenibile”, ha aggiunto Lionel Aeschlimann, managing partner del Gruppo Mirabaud e ceo di Mirabaud Asset Management.

“L’offerta di Mirabaud nel comparto del private equity ha tutte le caratteristiche che un investitore possa cercare: una presenza internazionale a misura d’uomo, un posizionamento chiaro e ben definito, un approccio manageriale di taglio pratico, una passione per gli investimenti, l’imprenditorialità e un dna che pone al cuore della catena del valore l’eccellenza e l’allineamento degli interessi. Per me, David Wertheimer e Luc-Alban, lavorare con Mirabaud e i suoi 200 anni di storia familiare e imprenditoriale rappresenta il quadro perfetto per creare valore per i nostri investitori”, ha concluso Dutreil.