Etf, INVESTIMENTI

Etf europei: ad agosto deflussi per 8,5 miliardi

A soffrire soprattutto gli azionari, che archiviano il loro peggior mese di sempre. Tengono gli obbligazionari. I dati Lyxor

Estate di riscatti per gli Etf europei, che archiviano agosto con deflussi per 8,5 miliardi di euro, contro i 15,2 miliardi di flussi positivi di luglio. Secondo l’analisi di cura di Marlene Hassine, head of Etf Research di Lyxor, a soffrire sono stati soprattutto gli azionari, che mettono a segno il loro peggior mese di sempre (-12,7 miliardi).

Segno positivo invece per gli investimenti verso gli Etf obbligazionari (+2,2 milioni di euro), smart beta (+504 milioni di euro) e su materie prime (+126 milioni di euro), che hanno registrato un rallentamento ma restano comunque in territorio positivo. Discorso a parte per gli Etf con approccio Esg, che hanno proseguito il loro trend positivo registrando afflussi per 1,4 miliardi di euro e che portano il totale da inizio anno a 8,5 miliardi. 

I flussi del mercato europeo degli Etf evidenziano le preoccupazioni degli investitori per il contesto politico ed economico globale. L’intensificarsi delle tensioni commerciali e il deterioramento delle prospettive di crescita mondiale hanno infatti favorito gli investimenti difensivi. 

Tutte le sottocategorie azionarie sono state penalizzate. Al contrario, i flussi verso le categorie tradizionalmente considerate “rifugio” sono stati positivi. Da inizio anno i titoli di Stato dei mercati sviluppati hanno attratto investimenti per circa 9,2 miliardi di euro, di cui un terzo totalizzato negli ultimi due mesi. I titoli di Stato europei si sono rivelati particolarmente popolari, con una raccolta di 803 milioni di euro. La domanda di beni rifugio tradizionali ha riguardato anche gli Etf sull’oro (+226milioni di euro ad agosto in confronto alla media mensile di 19 milioni di euro degli ultimi 12 mesi) e gli Etf income generator, che hanno messo a segno il migliore inizio anno di sempre (+235 milioni di euro ad agosto e +2,8 milioni di euro da inizio anno). 

Inoltre, i capitali confluiti negli Etf Smart Beta sono stati raccolti mediante strategie minimum volatility/minimum variance (590 miliardi di euro ad agosto e 3,2 miliardi di euro da inizio anno), il che rispecchia la volontà degli investitori di proteggersi dall’incertezza globale.