Immobiliare

Savills Investment Management, nel 2017 concluse operazioni per la cifra record di 5,5 miliardi

Savills Investment Management (Savills IM), gestore internazionale di fondi di investimento immobiliari, ha registrato nel 2017 un volume di operazioni concluse nell’anno pari a 5,5 miliardi di euro. Questa cifra, composta da 2,95 miliardi di euro provenienti dalle cessioni e 2,55 miliardi di euro dalle acquisizioni, batte anche il record di 5 miliardi di euro stabilito dalla società nel 2016.

Il totale delle attività è stato di 4,5 miliardi di euro in Europa e di 1 miliardo di euro in Asia. I mercati in cui Savills IM è stata più attiva sono stati la Gran Bretagna, l’Italia e il Giappone, con volumi rispettivamente di 1,73 miliardi, 919 milioni e 845 milioni di euro. Si sono registrate 147 operazioni (individuali e di portafoglio) in 17 diversi paesi, in cui sono presenti 18 uffici di Savills IM.
Fra le operazioni più importanti concluse ci sono state alcune acquisizioni: uffici a Londra per oltre 600 milioni di euro, un portafoglio di magazzini del valore di 130 milioni di euro da IKEA Centres in Svezia (per il nuovo fondo Nordic III), e l’acquisizione di quattro asset europei del valore di 450 milioni di euro per conto di un partner strategico asiatico.
Le cessioni (per un valore di 2,95 miliardi di euro) sono state costituite da un mix di vendite dei fondi comuni tedeschi, come la cessione di un portafoglio di uffici in Europa per 480 milioni di euro, oltre a fisiologiche operazioni di profit taking in linea con il business plan dei singoli Fondi. Da segnalare la vendita di un portafoglio di immobili ad uso prevalentemente direzionale in Italia per un controvalore di circa 365 milioni di euro, a cui si sono aggiunte le cessioni di una proprietà commerciale del fondo Europe II a Berlino; di un immobile logistico a Bergen (Norvegia), del Nordic Logistic Fund II e la vendita di due uffici di notevoli dimensioni a Tokyo.
Nel 2017 Savills IM si è molto focalizzata sul settore logistico, avendo acquisito oltre 500 milioni di euro di asset in tutta Europa, di cui oltre 150 milioni di euro in Polonia per conto di un partner strategico. La società ha inoltre lanciato con successo due nuovi fondi e ottenuto otto nuove segregated accounts.
Savills IM dispone attualmente di un significativo potenziale acquisitivo di oltre 1 miliardo di euro per investire nel 2018 in nuovi asset in Europa e Asia; ha inoltre a disposizione per il 2018 altri 887 milioni di euro per operazioni esclusive.
Kiran Patel, Chief Investment Officer, Savills Investment Management, ha commentato: “I mercati immobiliari europei hanno avuto ottime performance nel 2017, con una crescita degli affitti positiva e ulteriore compressione dei rendimenti. I dati indicano che la Gran Bretagna – dopo l’impatto della Brexit – ha riguadagnato il titolo di più grande mercato di investimenti immobiliari in Europa, in gran parte grazie al supporto di capitali asiatici. Guardando avanti, emergono alcuni rischi in Europa, tra cui tensioni politiche, il peso degli investimenti nel settore immobiliare e l’impatto che seguirebbe ad una riduzione del Quantitative Easing. Ma crediamo che l’attrattiva di rendimenti sicuri e stabili, unita ai buoni fondamentali del settore, rimarrà elevata. Ottime performance sono attese dalla logistica urbana, dagli uffici in alcune grandi città, dai retail parks o simili format commerciali, oltre agli asset infrastrutturali e alternativi.”