Fondi, Highlight, INVESTIMENTI

Unigestion, nuovo fondo di direct Private Equity

Unigestion Direct II è registrato in Lussemburgo ed è disponibile per gli investitori da marzo 2019. La sua strategia è volta a costruire un portafoglio di investimenti diretti in piccole e medie imprese resilienti

Unigestion, società specializzata e indipendente di gestione del risparmio, ha lanciato Unigestion Direct II (UD II), un nuovo fondo di direct private equity. La strategia del fondo è volta a costruire un portafoglio di investimenti diretti in piccole e medie imprese resilienti, sostenute da tendenze di luogo periodo. L’UD II offre agli investitori un’esposizione a società di altissima qualità in settori che hanno una correlazione limitata alla crescita del Pil, come istruzione e sanità.

Con un team globale composto da 49 professionisti di private equity, Unigestion fornisce opportunità di investimento diretto grazie alla sua rete di oltre 500 partner, tra cui gestori di fondi specializzati, fundless sponsor, esperti del settore e imprenditori. Con oltre 20 anni di esperienza di investimento diretto, Unigestion è attiva sia in co- underwritten deals che co-lead/lead deals che porta avanti insieme a selezionati gestori di fondi di piccole e medie dimensioni, oltre a partner d’investimento in Europa, Nord America e Asia.

Unigestion svolge un ruolo attivo durante la due diligence: nella maggior parte dei casi è in grado di definire condizioni favorevoli ai termini dell’operazione. Inoltre Unigestion potrà influenzare la governance, fornire consulenze sulla strategia e sulla creazione di valore congiunto, potendosi sedere nei board nella maggior parte delle società in portafoglio, fornendo così una protezione attiva contro i ribassi agli investitori.

“Il nuovo fondo diretto si basa su un prolungato track record di successi d’investimento in piccole e medie imprese – ha comentato Christophe de Dardel, head of private equity di Unigestion -. Investendo insieme a gestori di fondi specalizzati e ad altri partner d’investimento, che non sono nei radar della maggior parte degli investitori, riteniamo di offrire un’esposizione ad un portafoglio di società davvero unico. L’UD II continuerà a seguire la strategia dei precedenti fondi diretti. Oltre a puntare su settori la cui crescita è guidata da tendenze a lungo termine, investiamo in società resilienti grazie a posizionamento di mercato, management e situazione finanziaria solidi. Di conseguenza, chi deciderà di investire in questo fondo si esporrà ad un portafoglio di società robuste, in grado di attuare i loro piani di crescita indipendentemente dalle condizioni di mercato”.