Highlight, PROMOTORI & CONSULENTI

Paolo Langé prende la guida di Aipb

Langé, di Cordusio Sim, è stato eletto all’unanimità presidente dal nuovo consiglio di amministrazione. Antonella Massari confermata segretario generale

Paolo Langé, già membro del consiglio di amministrazione e del comitato direttivo di Aipb e rappresentante nell’associazione di Cordusio Sim (Gruppo UniCredit), è il nuovo Presidente di Aipb, Associazione Italiana Private Banking, che dal 2004 riunisce i principali operatori nazionali e internazionali del private banking. Langé è stato eletto all’unanimità dal consiglio di amministrazione nominato oggi dall’assemblea ordinaria e succede a Fabio Innocenzi. L’assemblea ordinaria ha anche confermato Antonella Massari nella carica di segretario generale.

“Oggi – ha commentato il neo presidente – il patrimonio gestito dal private banking ha raggiunto il rilevante traguardo di 800 miliardi di euro e le previsioni, nonostante le possibili ripercussioni di una congiuntura economica sulla carta non troppo favorevole, sono per un’ulteriore crescita. La quota di mercato del private banking è salita nell’ultimo triennio dal 25% al 27% del totale delle attività finanziarie delle famiglie ed è cresciuto il numero dei clienti che riconosce nella figura del private banker professionalità ed esperienza tali da considerarlo, in molti casi, come interlocutore principale tra i diversi professionisti di riferimento”.

Per quanto riguarda gli obiettivi programmatici per il prossimo triennio, 2019-2022, Langé ha sottolineato che, in assoluta continuità con le scelte compiute fino a oggi, l’associazione dovrà puntare a tre ambiti prioritari: comunicare con continuità gli aspetti distintivi dell’industria Private, per un riconoscimento delle peculiarità del settore all’interno del mercato finanziario; consolidare la sostenibilità dell’industria, cercando di promuovere una sana e trasparente concorrenza all’interno del settore; contribuire all’ulteriore miglioramento della reputazione dell’industria, per renderla sempre più attrattiva e rafforzare così la fiducia della clientela.