Fondi, Highlight

DeA Capital lancia un fondo dedicato alle fondazioni bancarie

DeA Capital Alternative Funds SGR (società del Gruppo DeA Capital) amplia la propria gamma di prodotti lanciando Dea Endowment Fund, un nuovo fondo di investimento dedicato al mondo delle Fondazioni bancarie.

Il progetto prevede l’istituzione di un fondo di investimento alternativo mobiliare riservato – Dea Endowment Fund – rispondente agli obiettivi di rendimento, liquidità, rischio e allocazione coerenti con gli obiettivi dalle Fondazioni bancarie. Le asset class preindividuate contemplano investimenti in private equity, private debt e infrastrutture e il focus geografico sarà prevalentemente internazionale, focalizzato in particolare su Europa e Stati Uniti. Il fondo avrà una dotazione iniziale pari a circa 75 milioni di euro e sarà gestito dal team che fa capo a Paolo Garraffo, Managing Director Programmi Multimanager di DeA Capital Alternative Funds.

L’iniziativa si colloca nel più ampio contesto di intervento delle Fondazioni che hanno l’esigenza, da un lato, di tutelare l’azione a favore dell’economia reale e, dall’altro, di diversificare i propri investimenti nel mondo dei private asset anche a livello internazionale. DeA Capital Alternative Funds, guidata dall’Amministratore Delegato Gianandrea Perco, grazie alla competenza ultradecennale nel settore ed ai rapporti consolidati con i migliori operatori globali è stata selezionata quale gestore del Fondo.

Dea Endowment Fund è stato concepito di intesa con Fondazione Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona (Cariverona) – che per prima ha sposato la filosofia del progetto, con il Presidente Alessandro Mazzucco e il Direttore Generale Giacomo Marino – insieme a Fondazione Caritro (Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto) e Fondazione Carima (Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata). Le tre Fondazioni hanno valutato l’opportunità di affidare ad un soggetto professionale esterno l’implementazione della propria strategia di investimento nell’ambito dei mercati privati e alternativi attraverso uno strumento dedicato.

Altre Fondazioni hanno già manifestato interesse a partecipare al Fondo.

“Abbiamo inteso diversificare la nostra gamma di prodotti puntando sulla specializzazione, maturata in oltre dieci anni, negli investimenti nei mercati privati differenziando asset class, profili di rischio e geografie, andando incontro alle peculiarità di una categoria di investitori molto attenta e sensibile alla diversificazione con un occhio sempre aperto al sostegno all’economia reale. Dea Endowment Fund si propone come uno strumento fatto su misura per le Fondazioni, capace di rispondere alle loro esigenze di rendimento e liquidità”, dichiara Paolo Garraffo, Managing Director Programmi Multimanager di DeA Capital Alternative Funds SGR.

“Fondazione Cariverona ha individuato in DeA Capital un partner attivo e dello standing desiderato nella condivisione di un progetto innovativo nell’asset allocation del patrimonio finanziario di Fondazione. Dea Endowment Fund – che Cariverona ha voluto promuovere in partenariato con altre Fondazioni di origine bancaria – si presenta come uno strumento modellato sulle migliori e aggiornate pratiche internazionali nel perseguire l’obiettivo della ricerca attenta di una reale diversificazione e di una redditività sostenibile anche nel mercato degli illiquidi. L’orientamento del nuovo fondo di fondi all’investimento sia nel capitale di rischio sia nel debito delle imprese ad alto potenziale di sviluppo, oltre che all’investimento in infrastrutture, conferma l’attenzione agli investimenti nell’economia reale anche attraverso processi di rilancio e di ristrutturazione delle imprese”, dichiara Matteo Franchetto, Responsabile dell’area finanza di Cariverona.

“Fondazione Caritro da sempre ha attivato politiche di investimento nel private equity, al fine di diversificare gli investimenti. Fondazione è convinta che una strategia di sistema con le altre Fondazioni bancarie sia una politica lungimirante per lo sviluppo dei nostri territori. In questo senso il rapporto che ci lega con gli amici di Cariverona ha visto concretizzarsi varie iniziative, anche nell’ambito erogativo”, dichiara Michele Iori, Presidente di Fondazione Caritro.

“La Fondazione Carima ha sposato il progetto Dea Endowment Fund nella convinzione che questo innovativo fondo di investimento, promosso da un primario operatore di settore, possa costituire un ulteriore motore di crescita del proprio patrimonio, attraverso l’implementazione di un programma pluriennale di investimenti in private assets globalmente diversificati e selezionati, orientato alla creazione di valore nel lungo termine. L’adesione a tale progetto, inoltre, consente alla Fondazione di adempiere compiutamente alla propria missione di promozione dello sviluppo economico attraverso sia l’apporto di capitali e competenze alle imprese ad alto potenziale di crescita, sia la dotazione di infrastrutture materiali ed immateriali; in questo modo viene innescato un circolo virtuoso in grado di sostenere l’economia reale e lo sviluppo del Paese con ricadute positive per gli investitori. Si tratta, infine, di un segnale di positiva collaborazione tra Fondazioni, peraltro di ambiti geografici e dimensioni differenti, che interpreta al meglio lo spirito promosso dalla più recente normativa di riferimento quale il Protocollo ACRI/MEF, dando vita ad un bell’esempio di virtuosa sinergia”, dichiara Rosaria Del Balzo Ruiti, Presidente della Fondazione Carima.