TAX & LEGAL

Investindustrial e Carlyle danno vita al maggior gruppo europeo nel settore del design di alta fascia

Investindustrial e The Carlyle Group hanno annunciato l’intenzione di creare un gruppo globale nel settore dell’interior design di alta gamma che includerà brand iconici e tra loro complementari come Flos, B&B Italia e Louis Poulsen.

L’operazione annunciata porterà alla nascita del più grande gruppo al mondo nel settore del design di alta gamma, con un patrimonio culturale di matrice europea e ricavi consolidati per oltre 500 milioni di euro.

Il nuovo gruppo includerà inizialmente tre società complementari attualmente controllate da Investindustrial – B&B Italia attiva nel settore dell’arredamento e Flos e Louis Poulsen in quello dell’illuminazione – che rappresentano realtà affermate e riconosciute per i loro molteplici prodotti iconici, come la sedia Up di B&B Italia ideata da Gaetano Pesce, la lampada Arco disegnata per Flos dai fratelli Castiglioni e la lampada PH5 di Louis Poulsen, disegnata da Poul Henningsen.

Con il forte sostegno finanziario di Carlyle e Investindustrial, il gruppo perseguirà ulteriori acquisizioni in diverse nicchie del settore del design di interni di alta gamma.

Il perfezionamento dell’operazione, soggetta alle consuete approvazioni da parte delle autorità competenti, è atteso entro la fine dell’anno.

Latham & Watkins ha assistito The Carlyle Group con un team guidato da Stefano Sciolla insieme a Giancarlo D’Ambrosio e composto da Giovanni Spedicato, Silvia Milanese, Giulio Palazzo, Marco Martino e Lorenzo Pistoresi per gli aspetti corporate, da Luca Crocco, Peter Todaro, Alessio Aresu e Guendalina Catti De Gasperi per i profili antitrust, e da Cesare Milani e Bianca De Vivo per i profili regolamentari. Un team cross-border guidato da Jeff Lawlis, Marcello Bragliani, Dominic Newcomb e Charles Armstrong, con Paolo Bernasconi, Alessia De Coppi, Erika Brini Raimondi, Matt Dunlap, Tracy Liu e Marcus Tomlinson, ha seguito gli aspetti relativi al finanziamento dell’operazione.

Chiomenti ha assistito Investindustrial con un team composto dai partner Carlo Croff e Luigi Vaccaro con il senior associate Corrado Borghesan, gli associate Daniele Sacchetti e Bianca Scarabelli per gli aspetti corporate, dal partner Massimo Antonini con l’associate Elisabetta Pavesi per gli aspetti fiscali e di struttura e dall’of Counsel Stefania Bariatti con il counsel Emilio Cucchiara e l’associate Antonino Cutrupi per gli aspetti antitrust.

Lo studio Gitti and Partners, con Gregorio Gitti, managing partner, e Matteo Treccani, partner, ha seguito gli aspetti legali per i soci di minoranza ed i managers.

Elenco dei professionisti coinvolti nell’operazione: Giulio Palazzo – Latham & Watkins; Marco Martino – Latham & Watkins; Lorenzo Pistoresi – Latham & Watkins; Silvia Milanese – Latham & Watkins; Giancarlo D’Ambrosio – Latham & Watkins; Giovanni Spedicato – Latham & Watkins; Stefano Sciolla – Latham & Watkins; Peter Todaro – Latham & Watkins; Guendalina Catti De Gasperi – Latham & Watkins; Alessio Aresu – Latham & Watkins; Luca Crocco – Latham & Watkins; Bianca De Vivo – Latham & Watkins; Cesare Milani – Latham & Watkins; Marcus Tomlinson – Latham & Watkins; Alessia De Coppi – Latham & Watkins; Charles Armstrong – Latham & Watkins; Tracy Liu – Latham & Watkins; Paolo Bernasconi – Latham & Watkins; Dominic Newcomb – Latham & Watkins; Jeff Lawlis – Latham & Watkins; Marcello Bragliani – Latham & Watkins; Matthew Dunlap – Latham & Watkins; Erika Brini Raimondi – Latham & Watkins; Corrado Borghesan – Chiomenti; Daniele Sacchetti – Chiomenti; Bianca Maria Scarabelli – Chiomenti; Carlo Croff – Chiomenti; Luigi Vaccaro – Chiomenti; Elisabetta Pavesi – Chiomenti; Massimo Antonini – Chiomenti; Stefania Bariatti – Chiomenti; Antonino Cutrupi – Chiomenti; Emilio Cucchiara – Chiomenti; Gregorio Gitti – Gitti and Partners; Matteo Treccani – Gitti and Partners;