PROMOTORI & CONSULENTI

La customer experience è ora cruciale per la quality assurance. Il report Capgemini-Sogeti

Capgemini e Sogeti hanno presentato oggi la decima edizione del World Quality Report (WQR), redatto insieme a Micro Focus. Per diversi anni, l’importanza dell’esperienza del cliente finale è aumentata in maniera progressiva, ma per la prima volta i professionisti del settore IT hanno classificato la customer experience come la priorità numero uno delle attività di Quality Assurance (QA).

Inoltre, il report evidenzia la convergenza di Intelligenza Artificiale (IA), machine learning e analytics e la loro capacità di abilitare l’automazione intelligente come la più dirompente delle forze in grado di guidare la trasformazione in ambito QA e testing nel corso dei prossimi due-tre anni. Dai punteggi raccolti – che misurano l’importanza dei task di QA/testing per 1.700 CIO e altri professionisti senior del comparto tech, operanti in 10 settori in 32 paesi differenti – emerge che la capacità di “assicurare la soddisfazione del cliente finale” è la priorità principale (con un punteggio medio di 5,85 su 7), seguita dalla necessità di “identificare difetti di software prima della fase di lancio”, con un punteggio di 5,81 su 7, infine, ”incrementare la qualità di software o prodotti” (anch’esso con 5.81 punti su 7).
Intelligenza artificiale, predictive analytics e smart test automation assicurano il raggiungimento di un elevato livello di soddisfazione del cliente finale tramite la QA Dal report emerge che, grazie alla predominanza degli obiettivi di customer experience, le aziende stanno già utilizzando l’Intelligenza Artificiale per ottimizzare la Quality Assurance.
Fino al 45% degli intervistati afferma di aver implementato l’automazione intelligente, mentre il 57% dichiara di aver iniziato a sperimentare nuovi approcci per testare le applicazioni intelligenti, tra cui soluzioni di Intelligenza Artificiale e Machine Learning. Inoltre, il 59% delle aziende intervistate ha affermato che il prossimo anno si concentrerà sulle analisi predittive, il 54% di essere interessato alla robotics automation, infine il 35% al machine learning.
Alessandro Kowaschutz, Head of Practices, Capgemini Business Unit Italy, ha dichiarato: «La Quality Assurance non è più una funzione di back office. Al contrario, si tratta di un’attività di fondamentale importanza che influisce direttamente sulla customer experience, e il World Quality Report di quest’anno dimostra che i professionisti del settore IT ne sono più consapevoli che mai. Nel futuro prossimo, i team IT devono aggiornarsi continuamente e abbracciare le nuove tecnologie per stare al passo con l’IA e con la trasformazione guidata dall’automazione».