PROMOTORI & CONSULENTI

Banca Mediolanum, ecco chi sono i nuovi ingressi nel mese di marzo

A marzo Banca Mediolanum rafforza la propria rete di Family Banker con l’arrivo di 12 nuovi professionisti, di cui 5 di provenienza bancaria. Salgono così a 35 i nuovi banker inseriti dall’inizio anno, 16 dei quali sono ex bancari. Ecco i nominativi di alcuni dei nuovi professionisti provenienti da altri istituti: Stefano Bergamini, Roberto De Cesaris e Giovanni Plotegher.

Il team coordinato da Paolo Scapin, regional manager del Triveneto Ovest, si arricchisce con l’ingresso di Stefano Bergamini, 49 anni, attivo su Verona. Entrato nel settore bancario nel 1993, Bergamini matura esperienze significative nel settore del private banking, ricoprendo ruoli sempre più apicali in diverse realtà finanziarie. Nel 2007 è areamanager per il Triveneto di Intesa San Paolo Private Banking.
Nel quadriennio successivo diventa responsabile private banking del Gruppo Veneto Banca. Approdato nel 2012 in Azimut come responsabile del wealth management per il Triveneto, lascia Finanza & Futuro, per cui lavorava dal 2015. Rilevanti anche le esperienze istituzionali: nel triennio 2008-2010 diventa membro del consiglio di amministrazione di AIPB, mentre nel biennio 2009-2010 opera come docente a contratto per l’Università di Pisa.
Roberto De Cesaris, 58 anni, operativo su Frosinone, entra a far parte della squadra di Costante Turchi, regional manager di Lazio, Campania e Sardegna. De Cesaris, nel settore bancario dal 1988, opera in diverse banche locali, fino ad essere assunto, nel 1997, da BancAnagni Credito Cooperativo, che lascia da direttore di filiale. Si inserisce nel gruppo guidato da Curio Moretti, regional manager di Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria, Giovanni Plotegher, 39 anni, attivo su La Spezia. In Banca Carige dal 2001, Plotegher lascia il ruolo di direttore di filiale.