PROMOTORI & CONSULENTI

Assoreti: raccolta netta ad agosto pari a 2,6 miliardi. Tutti i numeri

I dati rilevati da Assoreti indicano una raccolta netta positiva per le reti di consulenti finanziari, abilitati all’offerta fuori sede, pari a 2,6 miliardi di euro. Gli investimenti netti complessivi realizzati sui prodotti del risparmio gestito rappresentano il 56,4% dei volumi complessivi di raccolta netta e ammontano a circa 1,5 miliardi di euro,

con una crescita congiunturale del 17,3%, mentre il saldo delle movimentazioni sui prodotti in regime amministrato è positivo per poco più di 1,1 miliardi di euro (-21,9%). Nell’ambito del risparmio gestito le scelte di investimento privilegiano i prodotti assicurativi/previdenziali, sui quali si rileva il maggiore flusso di risorse nette (806 milioni di euro), seppure in lieve calo rispetto al mese di luglio (-6,8%). Nello specifico si osserva la contrazione dei premi netti versati sulle polizze vita tradizionali, pari a 252 milioni (-23,7%), e sui prodotti multi-ramo, pari a 142 milioni (-36,1%), mentre i volumi di raccolta netta sulle unit linked ammontano a 353 milioni di euro, con un incremento congiunturale del 53,7%.
La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di OICR è positiva per 581 milioni di euro e risulta quasi triplicata rispetto ai risultati del mese di luglio (+175,8%). Gli investimenti netti sulle gestioni collettive aperte di diritto estero ammontano a 549 milioni di euro e rappresentano il 94,5% delle risorse nette confluite sulla categoria di prodotto, mentre il saldo delle movimentazioni sugli OICR aperti di diritto italiano è pari a 37 milioni di euro. Il bilancio mensile delle gestioni patrimoniali individuali è, nel complesso, positivo per 92 milioni di euro, seppure dimezzato rispetto al mese di luglio: gli investimenti netti sulle GPM ammontano a 99 milioni, mentre sulle GPF le uscite prevalgono sulle sottoscrizioni per 7 milioni di euro.
Il contributo mensile delle reti all’industria degli OICR aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si attesta, pertanto, su un ammontare pari a 1,1 miliardi di euro e compensa i disinvestimenti realizzati tramite gli altri canali distributivi (-451 milioni di euro). Da inizio anno l’apporto delle reti sale, così, a 9,9 miliardi di euro e porta in terreno positivo il bilancio complessivo dell’intero sistema fondi (9,6 miliardi di euro).
La raccolta netta realizzata sui titoli in regime amministrato è positiva per 639 milioni di euro: i dati, per i quali si dispone della ripartizione, evidenziano la prevalenza degli ordinativi di acquisto su titoli azionari (365 milioni), titoli di Stato (165 milioni), certificates (68 milioni) e exchange traded products (46,9 milioni). Il saldo della liquidità è positivo per 502 milioni di euro. A fine mese i clienti primi intestatari dei contratti salgono a 4,165 milioni.