Mercati

Governo, Tria sta incontrando il favore dei mercati

La partenza della legislatura e la nomina all’economia di una figura come Tria sta incontrando il favore dei mercati, nell’ipotesi che gran parte delle annunciate misure espansive di politica fiscale, pari a circa il 5-6% del PIL, rimangano inapplicate e che il Presidente Mattarella abbia ricevuto piena rassicurazione circa l’assenza di un piano d’uscita dall’Euro.

Le aste BOT e CTZ di giugno non rappresentano un test significativo circa la fiducia degli investitori sui nostri titoli di stato ma allo stesso tempo i mercati avranno il tempo per maturare una migliore percezione del futuro politico del paese.
I mercati rimangono impostati positivamente, supportati da buoni dati macro, sebbene le tensioni legate alle scelte americane in materia di politica commerciale ed il quadro politico fragile in Europa possono nel medio termine minare la fiducia nei mercati azionari.
In eToro, da tempo invitiamo i nostri clienti sia a diversificare gli assets in portafoglio, che le strategie d’investimento. I nostri Copyfunds mirano ad offrire questa ulteriore forma di protezione, particolarmente utile quando, nelle fasi di instabilità, le correlazioni tra singole asset classes tendono ad aumentare.

                                                          di Edoardo Fusco Femiano, market analyst di eToro