Mercati

Sterlina forte nonostante le incertezze sulla Brexit

Per la prima volta da tempo, le cose si stanno facendo interessanti sui mercati finanziari; dalle azioni alle obbligazioni, dalle valute alle materie prime e persino alle crypto valute. Anche se i livelli di volatilità sono ben lontani dal loro storico, questi movimenti tra le singole asset class potrebbero facilmente portare a qualcosa di più grande;

vale la pena tenere il passo con le previsioni del tempo e se dovesse arrivare una tempesta, essere pronti ad agire rapidamente sui propri portafogli. Tra la crescita dei rendimenti dei bond, la caduta di Apple ed il sell-off del China50 Index di ieri, le azioni a Wall Street hanno registrato le loro peggiori performance da inizio anno.
Certo, dopo una crescita a ritmo record, se questo sell off dovesse invertire la rotta, nel giro di poche settimane, sarà tutto solo un flebile ricordo. Bisognerà tenere sott’occhio il dollaro, che ha guadagnato terreno questa settimana.
O meglio gli investitori stanno tenendo d’occhio con apprensione il rendimento dei titoli di stato americani a 10 anni, che ieri hanno raggiunto i massimi dal 2014. Gli investitori hanno ragione ad essere preoccupati perché i rendimenti dei titoli possono essere paragonati alle placche tettoniche sotto la superficie terrestre.
Quando si muovono lentamente e gradualmente è tutto nella norma, ma quando eseguono spostamenti improvvisi possono causare terremoti e maremoti. Sul fronte europeo, la Sterlina sta reagendo a Brexit. Il governo di Theresa May sembra indebolirsi giorno per giorno anche a causa anche della confusione che regna tra i suoi ministri su quale tipologia di Brexit adottare. Nonostante tutto la Sterlina ha mostrato incredibili segni di forza ultimamente ed è stata una delle valute più forti finora da inizio anno.

                                                                                                                                   
                                                                                                                                            di Mati Greenspan, senior analyst di eToro