Mercati

Debito emergente, tutte le nuove oppurtunità. L’analisi

Il contesto generale per le asset class dell’obbligazionario ad alto rendimento rimane positivo nonostante la persistenza di fattori critici che hanno spinto i differenziali dei tassi di interesse verso l’alto quest’anno. I differenziali del reddito fisso si sono notevolmente ampliati a partire dall’inizio del 2018,

soprattutto per via del consolidamento del tasso di crescita economica mondiale, del rafforzamento del dollaro, della normalizzazione delle politiche monetarie e della crescente incertezza derivante dalle tensioni commerciali mondiali, che hanno pesato in particolare sul debito dei paesi emergenti. Per quanto caratterizzata da uno slancio moderato, la crescita economica si attesta su livelli positivi e il rischio default continua ad essere basso.
In questo contesto, le attuali valutazioni dei mercati dei prodotti a spread obbligazionari si confermano interessanti, soprattutto nell’ambito del debito emergente. Quest’anno il comportamento degli investitori è stato uno dei principali fattori di volatilità sul mercato per i prodotti obbligazionari a spread e il sentiment è ancora negativo. Le elezioni brasiliane, ad esempio, sono ancora motivo di preoccupazione. Siamo convinti, tuttavia, che il momento propizio si presenta proprio quando le opinioni sul mercato sono divergenti e i mercati più irrequieti.
Valutazioni interessanti e un atteggiamento caratterizzato dall’avversione al rischio da parte degli investitori creano le condizioni per possibili evoluzioni positive di questa asset class. Ad esempio, un eventuale flusso di buone notizie circa i negoziati commerciali fra USA e Cina potrebbe generare opportunità interessanti nel medio termine. Infatti, data la forte avversione al rischio del mercato, anche la stessa mancanza di nuove notizie negative potrebbe avere un effetto positivo per i mercati.

 

di Pieter Jansen, Senior Multi-Asset Strategist di NN Investment Partners