INVESTIMENTI

La Financière de l’Echiquier estende l’integrazione Esg a tutta la sua gamma

Pioniere dell’investimento responsabile in Francia, La Financière de l’Echiquier (LFDE) estende la sua expertise nell’analisi ESG a tutta la sua gamma.

LFDE, che vanta 12 anni di esperienza nel SRI, intende rafforzare il suo impegno a favore dell’integrazione dei criteri ambientali, sociali e di governance. In linea con un progetto di integrazione ESG su ampia scala, il 100% dei titoli in portafoglio riceveranno un punteggio ESG.

Il progetto è finalizzato a far convergere l’approccio adottato per l’intera gamma fondi con quello implementato nella gestione dei fondi a marchio SRI: Echiquier Major SRI Growth Europe e Echiquier Positive Impact.

Con il passare del tempo, la metodologia proprietaria già definita da LFDE nel 2007 si è arricchita pur mantenendo il suo baricentro: l’attenzione particolare dedicata alla governance. Questo metodo originale, applicato in maniera sistematica e rigorosa ai titoli presenti nei fondi SRI, è stato adattato per consentire di analizzare il 100% dei titoli in cui gli altri fondi della gamma sono investiti. Si applica, ad oggi, al 94%[1] dei titoli in portafoglio (il 63 % al 31.12.2017).

Questo nuovo obiettivo è condiviso dall’intero team di gestione, affiancato dal team SRI diretto da Sonia Fasolo e composto da 4 persone dai profili complementari.

«L’SRI è un impegno di lunga data per La Financière de l’Echiquier. Siamo orgogliosi della portata di questo nuovo traguardo, una sfida che coinvolge tutto il team di gestione e riflette la nostra convinzione più importante: le aziende virtuose in ambito ESG sono anche le più performanti nel lungo termine» ha dichiarato Didier Le Menestrel, Presidente di LFDE.

«Il nostro impegno SRI è conseguenza del nostro approccio da investitori responsabili, un approccio strutturato e particolarmente rigoroso. L’obiettivo di un’integrazione ESG al 100% che ci eravamo prefissati nel 2018 sta per essere raggiunto. Ne sono particolarmente felice. I nostri punti di forza, l’analisi extra-finanziaria interna e l’expertise del nostro team SRI, ci hanno consentito di superare questo traguardo. Andremo oltre.» ha aggiunto Christophe Mianné, CEO di LFDE.