Fondi

Il più grande fondo sui green bond a livello globale è targato NN IP

Nel secondo trimestre del 2018, NN Investment Partners (NN IP) ha visto un aumento significativo nella sua gestione complessiva di investimenti in green bond. In totale, gli AuM sulle “obbligazioni verdi” sono infatti passati dai 20 milioni di euro del 2016 ai circa 900 milioni di euro di luglio 2018 e dovrebbero crescere rapidamente fino a oltre 1 miliardo di euro.

In particolare, poi, anche il suo fondo dedicato unicamente agli investimenti in green bond ha riportato una crescita notevole. Nel corso degli ultimi anni, infatti, il fondo NN (L) Euro Green Bond è stato il migliore in termini di performance tra i fondi Green Bond a livello globale ed è cresciuto fino a diventare il più grande al mondo in termini di dimensioni con ben 560 milioni di euro in gestione. Tale risultato è stato ottenuto grazie alla crescita registrata a livello globale dal mercato dei green bond e alla sempre maggiore richiesta da parte degli investitori retail e istituzionali di investimenti sostenibili e in difesa dell’ambiente che non sacrificassero i rendimenti.
Dalla pubblicazione nel 2014 dei primi Principi dei Green Bond, il mercato relativo a questo segmento è cresciuto rapidamente. I green bond sono strumenti obbligazionari in cui i ricavi sono utilizzati per (ri)finanziare integralmente o in parte progetti nuovi e/o già esistenti che presentano benefici evidenti per l’ambiente. Il mercato dei green bond è cresciuto di oltre 300 miliardi di euro.
NN IP ha 20 anni di track record nel campo degli investimenti responsabili e sostenibili ed è tra i firmatari promotori dei Principi per l’Investimento Responsabile delle Nazioni Unite dal 2008. Con il lancio dell’NN (L) Euro Green Bond, nel 2016, NN IP sì è trovata tra i protagonisti di una nuova fase della gestione degli investimenti. In qualità di pioniere in materia di Green Bond, NN IP dal 2014 si concentra sui cosiddetti “dark green bonds”, valutando essa stessa, attraverso un’analisi interna, le emissioni “verdi” in cui investire.
Con questo passo in più, NN IP assicura il carattere profondamente “green” degli investimenti, realizzando una selezione propria e indipendente sulla base della sua concezione di green bond. Inoltre, NN IP offre ai suoi clienti una reportistica completa sull’impatto di questo tipo di investimenti che mostra in maniera efficace come l’aspetto “green” faccia la differenza (ad esempio l’impatto degli investimenti sul totale delle emissioni di CO2). Il fondo è anche il primo tra i fondi Green Bond ad aver ricevuto sia il riconoscimento LuxFLAG Climate Finance sia il French TEEC Label.
Ciò offre una garanzia da terze parti indipendenti sul fatto che gli investimenti contribuiscano effettivamente al finanziamento delle iniziative relative al cambiamento climatico e sottolinea l’approccio rigoroso e convintamente green del Fondo nella selezione di “obbligazioni verdi”. Bram Bos, Lead Portfolio Manager Green Bonds di NN Investment Partners, ha commentato: “Il fatto che il fondo NN (L) Euro Green Bond abbia ottenuto il French TEEC Label a inizio di quest’anno, insieme alla crescita significativa degli asset in gestione, rappresenta un sempre maggiore riconoscimento della qualità del fondo. In aggiunta al profilo profondamente verde, il comparto è stato anche il migliore fondo sui green bond negli ultimi anni, sia in termini di performance relativa, sia assoluta. I nostri clienti indicano che i green bond giocano un ruolo sempre più rilevante nei portafogli e accolgono con favore la rapida crescita di questo mercato. Gli emittenti riconoscono il nostro forte posizionamento in questo segmento.  Ciò ci consente di influenzare i nuovi collocamenti di obbligazioni green e, data la nostra dimensione, siamo parte attiva nelle nuove emissioni di obbligazioni verdi”.
L’NN (L) Euro Green Bond è un comparto della SICAV NN (L), con base a Lussemburgo. La SICAV NN (L) è debitamente autorizzata dalla Commissione di vigilanza del settore finanziario (CSSF) a Lussemburgo. Share class selezionate del comparto sono attualmente registrate in Lussemburgo, nei Paesi Bassi, in Belgio, in Francia, in Svezia, in Danimarca, in Finlandia, in Svizzera, in Spagna, in Italia e in Austria.