Etf

Scopri l’andamento globale del mercato degli Etp nel mese di aprile

Di seguito pubblichiamo le principali evidenze del BlackRock ETP Landscape che illustra l’andamento globale del mercato degli ETP nel mese di aprile 2018, unitamente ad un’analisi più dettagliata delle tendenze per gli ETP domiciliati in Europa.

· Ad aprile i flussi a livello globale, pari a 35,4 miliardi di dollari, hanno doppiato quelli di marzo (17,7 miliardi di dollari), trainati da una spinta della raccolta dei fondi obbligazionari e da un ritorno in terreno positivo dei fondi azionari statunitensi dopo due mesi di deflussi.
· A livello globale i flussi del segmento del reddito fisso del mese di aprile hanno raggiunto quota 17,3 miliardi di dollari – nuovo massimo da 10 mesi – diversificati tra i titoli del Tesoro statunitense per 6,6 miliardi di dollari, corporate investment grade per 3,2 miliardi di dollari e fondi multisettoriali allagarti per 3 miliardi di dollari.
· L’azionario statunitense ha contribuito per 6,9 miliardi di dollari dopo i deflussi per 7,1 miliardi di dollari del mese scorso, sulla scia di una stagione di risultati aziendali in forte crescita.
· I flussi dell’oro hanno registrato un’accelerazione a 2,9 miliardi di dollari – il valore più alto da luglio 2016 – indicando una domanda di investimenti percepiti come rifugio unitamente ai governativi statunitensi. Wei Li, Head Investment Strategy EMEA di iShares (BlackRock), ha commentato le tre principali tendenze dei flussi degli ETP europei registrate nel mese di aprile:
1. “Gold standard”: I flussi verso gli ETP sulle materie prime hanno guidato la raccolta di aprile, con 1,7 miliardi di dollari, il dato più elevato da febbraio 2017. La maggior parte dei flussi è stata registrata dai fondi sull’oro, con una raccolta di un miliardo di dollari, risultato delle continue tensioni commerciali e di un variabile sentiment sul mercato azionario.
2. Non siamo noi, è l’UE: nel mese di aprile gli ETP azionari quotati in EMEA hanno perso 1,9 miliardi di dollari, con deflussi principalmente da ETP azionari europei per 4,3 miliardi di dollari. Una serie contrastante di dati macro sulla zona Euro, combinata a maggiori aspettative sugli utili statunitensi rispetto all’Europa, sembra aver ridotto la fiducia degli investitori. D’altro canto, la gamma EMEA di fondi azionari statunitensi ha registrato afflussi per 12 mesi consecutivi, grazie alle forti aspettative sugli utili e alla solidità dei dati macroeconomici.
3. Cresce l’interesse sui tassi: in aprile i flussi sul reddito fisso sono tornati in territorio positivo con 1,5 miliardi di dollari di raccolta per gli ETP quotati EMEA. Gli ETP del debito dei mercati emergenti e quelli investment grade si confermano non essere tra le preferenze degli investitori con deflussi per 475 milioni di dollari. All’interno del segmento del reddito fisso, gli ETP obbligazionari sono stati ancora una volta i più popolari per il terzo mese consecutivo, con una raccolta di 1,5 miliardi di dollari.
Nell’ambito delle esposizioni governative, si è registrato un orientamento per gli ETP di breve durata, con 539 milioni di dollari, in quanto la parte a breve della curva sembra interessante per gli investitori data l’opportunità di ottenere un rendimento superiore all’inflazione e, al contempo, di posizionarsi in paradisi sicuri in un momento di nervosismo del mercato.