Etf

Etp: raccolta globale di maggio pari a 35,1 miliardi di dollari. I numeri del BlackRock ETP Landscape

Di seguito pubblichiamo il BlackRock ETP Landscape che illustra l’andamento globale del mercato degli ETP nel mese di maggio 2018, unitamente ad un’analisi più dettagliata delle tendenze per gli ETP domiciliati in Europa. Ecco le principali evidenze:

· La raccolta di maggio a livello di industria globale, pari a 35,1 miliardi di dollari, è stata trainata dai flussi verso l’azionario statunitense per 26,1 miliardi di dollari – quasi tre quarti dei flussi complessivi del settore – in un contesto di sostenute performance aziendali e di tagli alle imposte sulle imprese.
· Il reddito fisso globale ha continuato a registrare flussi costanti apportando 6,3 miliardi di dollari, di cui 2,4 miliardi di dollari relativi ai titoli investment grade, 4,1 in titoli del Tesoro statunitense e 1,2 in titoli del Tesoro USA protetti dall’inflazione (TIPS).
· L’azionario globale dei mercati sviluppati ha realizzato il quinto mese consecutivo di flussi positivi, di cui 8 miliardi di dollari nel mese di maggio, portando il saldo da inizio anno a 43,1 miliardi di dollari. Wei Li, responsabile del team EMEA Investment Strategy di iShares (BlackRock), ha commentato le tre principali tendenze dei flussi degli ETP europei registrate nel mese di maggio:
1. Stella d’oro: i flussi verso gli ETP sulle materie prime hanno guidato ancora una volta gli afflussi nel mese di maggio, aggiungendo 1,2 miliardi di dollari nel corso del mese. L’orientamento generale verso beni rifugio era evidente a seguito dei continui deflussi dall’azionario. La forte propensione per gli investimenti in oro avviene in un momento di incertezza politica in Europa e di continue tensioni che riguardano le transazioni commerciali con gli Stati Uniti. Gli afflussi negli ETP sull’oro nel corso del secondo trimestre si attestano a 2,33 miliardi di dollari, il maggiore livello su base trimestrale dopo le elezioni statunitensi
2. Rischio off: Nel mese di maggio gli ETP azionari quotati nell’area EMEA hanno perso 1,5 miliardi di dollari, con deflussi dagli ETP azionari europei di 3,7 miliardi di dollari. L’azionario emergente ha registrato deflussi per la prima volta da gennaio 2017 (-642 milioni di dollari).
L’incertezza politica in Italia e in Spagna ha ostacolato la fiducia degli investitori; un mese che ha avuto come risultato un nuovo esecutivo in Italia e un nuovo Primo Ministro in Spagna, ha orientato gli investitori altrove. In generale, gli investitori si sono allontanati dall’azionario, europeo in particolare, dove l’incertezza politica, i dati macroeconomici contrastanti e la minore crescita degli utili rispetto agli Stati Uniti hanno pesato sul sentiment di mercato. Tuttavia, gli ETP azionari statunitensi registrano sempre afflussi, sebbene questo mese di soli 639 milioni di dollari, compensando la fuga generale del mese di maggio verso beni rifugio. L’opinione degli investitori potrebbe essere stata guidata dalla crescita degli utili USA del 24,6% rispetto all’andamento del 1 ° trimestre.
3. Un miglioramento di rating: a maggio gli ETP investment grade hanno registrato il loro primo mese di flussi positivi da inizio anno, pari a 336 milioni di dollari. Recentemente abbiamo visto gli investitori ritornare ad investire negli ETP investment grade globali e gli afflussi dello scorso mese mostrano che anche gli investitori dell’area EMEA stanno seguendo la tendenza globale. Anche gli ETP legati all’inflazione hanno registrato afflussi per 424 milioni di dollari. Gli ETP obbligazionari governativi hanno registrato il loro primo mese di deflusso in tre mesi, alla luce dell’incertezza politica europea e delle conseguenti fuoriuscite dagli ETP obbligazionari governativi focalizzati sull’Europa.
Il debito dei mercati emergenti (EMD) ha continuato a perdere asset nel mese di maggio, con deflussi per ulteriori 408 milioni di dollari. Le vendite hanno interessato esclusivamente gli ETP EMD in valuta locale, mentre gli ETP in valuta forte hanno registrato afflussi per 328 milioni di dollari. Nel 2018 l’apprezzamento del dollaro ha guidato da marzo in poi la progressiva vendita degli ETP in valuta locale, per un totale di 1,24 miliardi di dollari.