Etf

Etf, patrimonio su di 100 miliardi in 3 anni

“Gli Etf avranno un ruolo sempre più importante in futuro”. Non ha dubbi Emanuele Bellingeri, manager director e responsabile per l’Italia di iShares (gruppo BlackRock).

“Sono anni che lavoriamo in attesa di questo momento e finalmente si constatano ottimi riscontri – aggiunge l’esperto di iShares – Non solo i replicanti sono sempre più apprezzati all’interno delle gestioni patrimoniali, ma anche i consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede (ex promotori, ndr), che prima erano meno attenti a questi strumenti, adesso ne parlano. È un mondo che sta cambiando”.

Quanto potrebbero crescere le masse in gestione degli Etf in Italia?
Se guardiamo solo al settore private, oggi i portafogli hanno una percentuale molto bassa investita in Etf, circa lo 0,9 per cento (negli Stati Uniti questa percentuale è superiore al 50%, mentre in Inghilterra, Svizzera e Germania è intorno al 30%, ndr). Una percentuale che nei prossimi tre anni potrebbe arrivare al 10%, portando nelle casse dei replicanti circa 60 miliardi di euro. Se poi andiamo a considerare anche il driver consulenti finanziari, allora l’apporto complessivo potrebbe sfiorare i 100 miliardi (un valore più che doppio rispetto alle masse attualmente in gestione, pari a 60 miliardi, ndr) nei prossimi 3 anni…

Continua a leggere l’intervista su Invice di marzo. Clicca qui per collegarti all’edicola digitale di Brave Editori e scaricare l’ultimo numero.