ECONOMIA

UK, attività economica in calo. E la BoE…

Non prevediamo cambiamenti rilevanti di politica monetaria alla riunione della Bank of England di questa settimana.

Tuttavia, ci aspettiamo che nel prossimo report sull’inflazione, le previsioni di crescita siano riviste al ribasso, ed è probabile che la Banca sarà più cauta nelle sue indicazioni sui futuri aumenti dei tassi. A nostro avviso, l’indirizzo della politica monetaria della BoE resterà invariato per questo semestre.

I dati recenti relativi all’attività economica del Regno Unito puntano inequivocabilmente al ribasso. Tutti gli indici PMI del mese di gennaio sono più deboli, con gli ultimi PMI sui servizi che sono scesi al livello più basso da luglio 2016, al 50,1.

Nello specifico, la sottocomponente dell’occupazione nel settore dei servizi è in fase di contrazione (a 49,3), con un certo numero di aziende che riportano che le uscite volontarie non sono state sostituite. Altrettanto deludente è anche il fatto che la componente “nuove attività” è scesa a 48,2, mentre gli ordinativi per l’export sono calati ulteriormente (a 46,5), il livello più basso mai registrato.

Con il settore dei servizi che nel complesso ha riportato una brusca frenata, si sono registrati livelli altrettanto deludenti da parte delle imprese manifatturiere e di costruzione.

di Gero Jung, Chief Economist di Mirabaud AM